Tender material handling

Prima di comperare un'automobile, farci un giro di prova è una decisione sensata. Prima di investire milioni di euro in un nuovo centro di distribuzione, non si dovrebbe rinunciare a provarne il funzionamento. Oggi è possibile. Grazie alla propria esperienza nella simulazione dinamica, Simco è in grado di ricreare il progetto di un magazzino direttamente sul PC ed osservare il suo comportamento, consentendo così di determinare se sia necessario apportare modifiche al layout prima di effettuare l'investimento reale.

SISTEMI PER IL MATERIAL HANDLING

Appartengono a questa categoria tutte le tecnologie e attrezzature concernenti la movimentazione, lo stoccaggio, la formazione delle Unità di Carico e l'imballaggio. A titolo di esempio, seppure non esaustivo, possiamo elencare:

  • magazzini automatici: per pallet, miniload, multishuttle, per carichi speciali, etc.
  • armadi automatici: a piani traslanti, a piani rotanti (verticali e orizzontali)
  • scaffalature: porta pallet, drive in, compattabili, cantilever, a gravità, etc.
  • sistemi di movimentazione: convogliatori a rulli e catene, navette, sistemi LGV, sistemi con decision point
  • carrelli elevatori
  • sorter rettilinei circolari ad alta cadenza
  • sistemi di pickig
  • sistemi di pallettizzazione
  • sistemi per l'imballaggio e il fine linea
  • software di gestione operativa

La prima fase consiste nella definizione della migliore Vendor List ; sulla base delle caratteristiche di ciò che si deve acquistare (requisiti tecnologici e funzionali, entità dell'investimento, caratteristiche dell'azienda che acquista, etc.) si individuano le aziende che meglio sono adatte alla specifica fornitura. Simco conosce il mercato in oggetto da oltre 30 anni ed è in grado di:

  • coinvolgere solo i fornitori che sono in grado di soddisfare i criteri di valutazione, concordati con il Cliente, che verranno presi in considerazione nella fase di assegnazione dell'appalto (prezzo, struttura societaria, dimensione, solidità finanziaria, quota di mercato, livello tecnologico, livello di subfornitura, capacità d'innovazione, referenze, certificazioni, etc.)
  • evidenziare per ogni competitor i caratteristici punti di forza e di debolezza (rigidità/flessibilità, puntualità/ritardi nelle consegne, qualità ed economicità del post vendita, etc.)

A valle di questa prima fase vengono redatte le specifiche tecniche dove si descrivono dettagliatamente i requisiti tecnologici, funzionali e prestazionali che saranno oggetto non solo della tabulazione tecnica ma anche alla base dei collaudi di accettazione (si definisce come saranno effettuati FAT e SAT); le specifiche tecniche sono accompagnate dal capitolato di appalto dove si indica, tra l'altro, la precisa articolazione dei prezzi da esprimere in offerta. Anche questo step è importante per effettuare una corretta tabulazione tecnico-economica.

Successivamente si mette in campo la nostra provata capacità analitica e professionale nell'analizzare le offerte per evitare che nelle pieghe delle descrizioni della fornitura oppure delle esclusioni o di clausole poco chiare si possano nascondere delle insidie. A valle dell'analisi delle offerte e delle eventuali necessarie integrazioni di informazioni o precisazioni che si devono effettuare con i fornitori che non si sono perfettamente allineati alle richieste si procede alla tabulazione tecnico economica.

Giunge così il momento della trattativa commerciale e il nostro Cliente è generalmente in una posizione di forza perchè si trova a trattare delle offerte tra loro perfettamente omogenee e congrue per quanto riguarda le prestazioni; a questo punto il prezzo diventa uno dei parametri più importanti e i fornitori ben lo sanno, soprattutto quando vedono o intuiscono che c'è il contributo di Simco.

Seguendo la prassi che abbiamo descritto, seppure in modo succinto, si è in grado di effettuare la giusta scelta e di acquistare con un elevato rapporto qualità-prezzo.

Contattaci

Tags: gestione magazzino, magazzino

Articoli Tender