Le scelte di localizzazione delle scorte lungo la filiera nella definizione del network distributivo

La soluzione del classico problema dell’ottimizzazione nella gestione delle scorte di prodotti finiti si complica significativamente laddove, in luogo di avere un unico magazzino deputato al rifornimento di tutti i possibili clienti con la propria gamma di prodotti, l’Azienda si trovi nelle condizioni di avere una rete distributiva (network) più articolata, basata cioè su più depositi che devono distribuire gli stessi articoli.

Leggi tutto

La definizione del dimensionamento delle scorte - I 5 punti più importanti

La soluzione al corretto dimensionamento delle scorte di un certo articolo, in un certo magazzino, in un certo momento è la chiave di volta per riuscire a fornire il livello di servizio desiderato - in termini di disponibilità tempestiva delle merci - al minimo costo.
Pertanto un tale problema dovrebbe essere visto come cruciale per ogni azienda, specie in una congiuntura come quella attuale, nella quale non ci si può cavare fuori dallo sforzo di essere assieme eccellenti e competitivi in termini economici.

Leggi tutto

Studio delle fonti di approvvigionamento e degli assorbimenti dei mercati e dei canali di vendita

L'obiettivo della revisione del network distributivo è quello di individuare una struttura di rete che permetta di raggiungere gli obiettivi di servizio stabiliti in fase strategica al minimo costo complessivo.
Le voci di costo che devono essere tenute in considerazione sono:

  • costi di trasporto (primario e secondario)
  • costi di magazzino (stoccaggio, movimentazione in ingresso e in uscita, etc.)
  • costi relativi alle scorte (ammontare complessivo delle giacenze, scorte di sicurezza, scorte i transito, costi di obsolescenza)
  • altri costi (ad esempio: gestione dell'ordine, pianificazione della produzione, gestione delle scorte, gestione dei resi, etc.)

Leggi tutto

PROCESSI E STRUMENTI PER IL S&OP: UN CONFRONTO GLOBALE (2° PARTE)

 

La capacità di effettuare processi evoluti

Il prossimo grafico illustra la capacità da parte delle aziende di mettere in atto processi più o meno evoluti di pianificazione e gestione della loro Supply Chain: come si può vedere in modo chiaro, i paesi emergenti (che coincidono con il Resto del Mondo) parrebbero decisamente vincenti sul Nord America e sulla vecchia Europa, per la loro abilità di gestire situazioni "a capacità finita" e di simulare efficacemente scenari alternativi (analisi "what if"), tutte cose che contribuiscono alla definizione e gestione di piani di azione particolarmente efficaci e reattivi.

Leggi tutto

PROCESSI E STRUMENTI PER IL S&OP: UN CONFRONTO GLOBALE (1° PARTE)

 

INTRODUZIONE

Che la pianificazione congiunta e coordinata della domanda e di tutte quelle risorse che servono a soddisfare la domanda stessa (ossia, quell'insieme di tecniche, strumenti e processi comunemente definito come Sales & Operations Planning - S&OP) sia ritenuto un argomento cruciale per tutte le Aziende, in virtù dei suoi benefici sia sul livello di servizio sia sui costi, è un fatto noto e consolidato, come peraltro abbiamo avuto modo di ribadire più volte da queste colonne virtuali.

Leggi tutto

DEMAND PLANNING SEGMENTATION

 

 INTRODUZIONE

Come abbiamo avuto modo di rilevare più volte, una buona pianificazione della domanda è una condizione assolutamente necessaria non solo per essere in grado di servire efficacemente quella stessa domanda, facendo cioè trovare al mercato ciò che desidera nel momento in cui lo si desidera, ma è anche il miglior prerequisito perottimizzare tutte le risorse aziendali (produttive, distributive, finanziarie) che servono ad avere il prodotto giusto, al posto giusto nel momento giusto, massimizzando così il ritorno sugli investimenti in scorte e anche negli altri asset.

Leggi tutto

Articoli Approvvigionamenti