EMILCERAMICA - PREANALISI PER LO STOCCAGGIO DEI PRODOTTI FINITI

Logo Emilceramica

CLIENTE

Questo studio è stato commissionato a Simco da EMILCERAMICA S.P.A. , uno dei maggiori gruppi industriali europei del settore ceramico, formato da aziende produttrici di materiali da pavimento e rivestimento, da aziende di subfornitura per l'industria ceramica e da società minerarie di materie prime. Attualmente il gruppo impiega oltre 1.100 addetti, occupa un'area di 450.000 mq, nel 1999 ha prodotto 13.000.000 di mq di piastrelle con un fatturato di 130 milioni di euro. 

dESCRIZIONE DEL PROGETTO ED OBIETTIVI

Lo scopo di questa preanalisi è stato quello di individuare, da un punto di vista concettuale, la soluzione più adatta a soddisfare il desiderio di EMILCERAMICA di aumentare l’efficienza delle operazioni legate almagazzinaggio dei prodotti finiti gestiti su pallet.

L’obbiettivo finale è stato quello di tratteggiare le linee guida di tale soluzione, stimandone i costi ed i vantaggi che si possono conseguire in termini economici e di qualità del lavoro, evidenziandone i principi di funzionamento e effettuando le più importanti raccomandazioni per l’ottimale svolgimento della progettazione di dettaglio e per la realizzazione della soluzione consigliata.

METODOLOGIA

Il percorso seguito è partito dall’analisi dei dati già in possesso di EMILCERAMICA (includendo fra questi - oltre ai classici dati di giacenza, di flusso e di gestione del processo - anche quelli contenuti in alcune offerte tecnico-economiche già in loro possesso), è proseguito con l’elaborazione dei dati mancanti e necessari per una proposta più sofisticata, ed è stato finalizzato nella descrizione di due alternative di progetto – in tre varianti – per il magazzino Prodotti Finiti. Per ciascuna di queste soluzioni è stato stimato un costo di impianto, un risparmio in termini di costi operativi ed infine sono state confrontate elencando i relativi “pro” e “contro” di stampo più squisitamente qualitativo. Infine, è stata individuata la soluzione ottimale, quella cioè tale da calibrare l’investimento sui benefici – economici e non - effettivamente ottenibili, e tale da non precludere espansioni ed evoluzioni future.

RACCOMANDAZIONI

La soluzione individuata come ottimale è risultata essere quella rappresentata da un magazzino articolato
in:
• un "magazzino scorte e prelievo pallet interi" - da realizzarsi per mezzo del classico "piazzale", con lay-out ottimizzato in funzione della giacenza per codice e gestito per mezzo di un Sistema di Gestione Operativa integrato da terminali radio-frequenza
• un "magazzino prelievi frazionati (picking)" automatico, con trasloelvatori, nel quale gestire un certo battente (espresso in termini di pallet) per ogni referenza, da rifornire dal piazzale. La testata di questo magazzino deve integrare le baie di picking

RISULTATI

Il più importante risultato ottenuto è stata la definizione di una soluzione ritagliata esattamente sulle necessità del Cliente, che differiva notevolmente dalle proposte provenienti dal mercato (incentrate sulla totale automazione del magazzino, anche dove non strettamente giustificabile dal punto di vista economico, con conseguenti elevatissimi costi di investimento e difficoltà realizzative).

Tale soluzione è stata prescelta valutando tutta una serie di opzioni, che spaziavano dalle soluzioni più tradizionali fino a quelle completamente automatiche, comparandone vantaggi e svantaggi.

Se vuole maggiore informazioni relativamente a questo caso aziendale e all'eventuale applicazione nella Sua azienda, non esiti a contattarci (m.cernuschi@simcoconsulting.it - Tel. 02 39325605)

SIMCO Via Durando 38 - MI – tel. 02/39325605 - fax 02/3932560

Tags: gestione magazzino

Articoli Magazzino

Simco Italia  Simco Italia  Simco France