Outsourcing della logistica

Attività logistiche in Outsourcing

L'outsourcing delle attività logistiche in Italia è una prassi decisamente consolidata per quanto concerne i trasporti (ormai quasi nessuna azienda possiede un'importante flotta di camion) mentre vive fasi di alterna fortuna per quanto riguarda le attività connesse alla gestione dei magazzini (housing ed handling) facendo rilevare, tra l'altro, una propensione a tale prassi operativa più bassa della media europea.

Indubbiamente decidere di affidare in outsourcing la propria logistica implica effettuare delle scelte che hanno un impatto rilevante e complesso sull'azienda: si devono affrontare temi di carattere logistico, commerciale, finanziario, economico, etico con risvolti che sicuramente si riversano sulla sfera strategica aziendale, piuttosto che su quella tattica. Per questo motivo le scelte non sono mai semplici da prendere e richiedono un percorso d'analisi ben articolato per evitare di sbagliare, tenendo anche conto che dare in outsourcing la logistica è un processo, come già si è detto, abbastanza complicato ma può essere ancora più complesso affrontare il percorso inverso, cioè riportasi "in casa" la propria logistica a seguito di un ripensamento o di un insuccesso del provider.

L'outsourcing ha molte declinazioni (può essere totale o parziale, speculativa o strategica, di breve o lungo termine, etc.) e si tratta di affrontare il tema con la giusta competenza ed esperienza; Simco ha affrontato per i suoi clienti molti progetti sia tesi a verificare l'opportunità di terziarizzare oppure no sia focalizzati nell'implementazione del progetto di outsourcing, dalla scelta del fornitore, all'assistenza all'avviamento, al controllo delle prestazioni.

Simco, assieme a voi, può:

Valutare la convenienza economica, e non solo, a scegliere l'outsourcing della propria logistica procedendo a confrontare i costi attualmente sostenuti (eventualmente corretti affrontando un percorso di miglioramento interno dell'efficienza del magazzino) con quelli che potrebbe esporre una Terza Parte Logistica. In questa fase si metteranno in evidenza anche tutti gli aspetti, positivi e negativi, che potrebbero concorrere a prendere la decisione se terziarizzare oppure no.

Pianificare le tappe del processo di outsourcing e assistere il proprio Cliente nelle seguenti fasi:

  • redazione delle specifiche funzionali e tecniche per il tender di assegnazione del servizio
  • definizione dell'articolazione tariffaria alla quale dovranno attenersi le 3PL che partecipano al tender
  • identificazione dei KPI che serviranno per misurare la qualità del servizio espresso dalla 3PL e per impostare un sistema di "premi e penali"
  • audit logistico delle 3PL interpellate ed in particolare dei siti in cui propongono di effettuare il servizio raccolta, commento, omogeneizzazione e tabulazione tecnico/economica delle offerte assistere nella scelta della 3PL assistere nelle fasi di trasformazione e nell'avviamento delle attività di outsourcing

Outsourcing dei servizi logistici, Il metodo

Studio di Fattibilità
Per prima cosa è necessario conoscere con esattezza i costi attuali concernenti l'housing e l'handling e il conseguente livello di servizio che esprime; quindi sulla base delle necessità operative e delle previsioni aziendali concernenti gli aspetti logistici si valutano una serie di ipotesi alternative quali, ad esempio: riorganizzazione del magazzino esistente, realizzazione di una nuova unità parzialmente terziarizzata, affidare il magazzino ad una Terza Parte Logistica. Il confronto tra le diverse situazioni permette di individuare la migliore opzione quantificando oneri e risparmi e di identificare le fasi e i tempi della trasformazione.

Assistenza alla realizzazione
Si provvederà alla pianificazione delle fasi e dei tempi di realizzazione e quindi ad assistere lungo tutto il processo: dall'individuazione e scelta del Provider logistico (definendo gli aspetti tecnici, prestazionali e contrattuali del servizio di outsourcing) alla gestione del trasloco e la fasi di avviamento del servizio.

Controllo periodico dell'efficienza
Successivamente alla messa in funzione si verificano i risultati effettivamente raggiunti e le cause di eventuali scostamenti dagli obiettivi che erano stati prefissati e si stabiliscono i nuovi obiettivi da raggiungere, con logiche di "miglioramento continuo".

Contattaci

Tags: gestione magazzino, magazzino

Articoli Magazzino